Live Sport Show

Sportivi del passato: Fausto Coppi (prima parte)

coppi

Eccoci ancora qui con la nostra rubrica dedicata grandi sportivi del passato, senza dimenticare ovviamente che visitando nostri bookmark non aams o bookmark aams, troverete le migliori quote online per le vostre scommesse oltre a dei fantastici casino online dove poter giocare a decine di giochi online, anche qui avrete la possibilità di scegliere una piattaforma aams o non aams.

FAUSTO COPPI

Fausto Coppi, nato a Castellana (Novi Ligure) il 15 settembre 1919, sembrava votato a diventare un oscuro commerciante; infatti, all’età di 15 anni era stato messo a bottega da un salumiere a Novi Ligure, dove andava ogni mattina in bicicletta da Castellana.

Il caso volle farlo avvicinare da un ex corridore di Novi, Cavanna, che anni prima era stato vicino a Girardengo ed a Guerra, quando rappresentavano una marca alessandrina di biciclette.

Fu proprio Cavanna che, con la sua lunga esperienza intravide nell’esile e lungo adolescente la possibilità di sbozzarne un campione. E Cavanna vide giusto.

La lunga strada verso il successo comincia nel 1940, esattamente al Giro d’Italia.

Tutti i più importanti giornali sportivi con i loro cronisti non mettevano in dubbio la vittoria di Bartali (che aveva già ottenuto il titolo di campione d’Italia ed era già stato vincitore di un Tour de France).

Seguite i nostri favolosi bookmark online per le vostre scommesse online, dove troverete quote ai massimi livelli del web.

Il giovane Fausto parte come gregario di Bartali.

Naturalmente alle prime salite le sue lunghe gambe da trampoliere cominciano a fremere. Fu il manager Pavesi che lo lanciò quando Gino cedette sulla salita dell’Alberone e la maglia rosa correva il pericolo di passare ad un’altra squadra.

Coppi allora aveva poco più di 20 anni, stessa età in cui Girardengo vinse il suo primo Giro d’Italia. Ma come tutti anche Coppi dopo i primi successi dovette fermarsi per la sopravvenuta Guerra Mondiale (come era stata la Prima Guerra Mondiale a bloccare la formidabile carriera del vecchio “Gira”).

Prima però della guerra Fausto fece in tempo a stabilire il record dell’ora su pista, togliendolo al francese Archambaud.

Questa prova, bisogna sottolineare, fu affrontata senza una specifica preparazione e con mezzi di fortuna. Coppi girò un’ora alla media di 45 km e 848 m.

Nel 1946, riprendendo le corse Coppi inizia a stravincere: Milano-Sanremo, Giro della Romagna, Giro della Lombardia e soprattutto non ha praticamente avversari in quel difficile esame a cronometro che è il Gran Premio delle Nazioni e che laurea ancora oggi in senso assoluto il migliore nella resistenza alla velocità.

Visitate i nostri bookmark online, scegliete il vostro evento preferito, studiate al meglio tutte le migliori quote online e piazzate la vostra scommessa online; poi cliccate sui top casinò online presenti nelle nostre piattaforme con giochi online sempre aggiornati.

Forse gli avversari erano deboli psicologicamente e sottoalimentati a causa della guerra, ma Fausto non aveva certo avuto trattamenti di favore: fantaccino in un reggimento di linea, veniva sbarcato sulla sponda africana giusto in tempo per essere fatto prigioniero e trascorrere due anni dietro un reticolato.

Ti piace? Condividi con i tuoi amici
Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Telegram

Ultime News

juventus
Juventus: Obiettivo 80 Milioni dalle Cessioni per Rinforzare la Squadra
europei
Scommesse Online: Analisi della Partita Italia-Ucraina Under 19 e Pronostici per la Semifinale
real madrid
Pallone d'Oro, quote online alle stelle
Scommessa Suggerita
27 Luglio 2024
IFK Norrköping - Kalmar FF
Segno: 1Quota: 2,10
Goteborg - Brommapojkarna
Segno: 1Quota: 1,98
Malmoe - Sirius
Segno: 1Quota: 1,23
Halmstads - IFK Värnamo
Segno: 1Quota: 2,75
Vinci 140,64€
VAI ALLA SCHEDINA
Migliori bonus scommesse